Febbraio 2014

Published / by admin

26 febbraio 2014 E’ in corso di sviluppo un cruscotto per la visualizzazione delle di informazioni geografiche del terremoto sulla piattaforma Open street map.

l dati con la posizione degli epicentri del sisma per le scosse di magnitudo eguale o superiore a 4 sono tratti da INGV ove si possono scaricare liberamente.

22 febbraio 2014 In occasione  dell’Internetional open data day 2014, l’Ufficio del Commissario ha avviato la pubblicazione di informazioni geografiche del terremoto sulla piattaforma Open street map. Il primi due dataset riguardano

la posizione degli epicentri del sisma per le scosse di magnitudo eguale o superiore a 4 (i dati sono tratti da INGV ove si possono scaricare liberamente. Le condizioni di licenza per INGV si trovano qui)

la localizzazione dei capiluogo dei comuni che registrano immobili inagibili. L’area del cerchio colorato è proporzionale al rapporto tra il numero degli edifici inagibili in quel comune, e quello totale.

19 febbraio 2014  Pubblicati i dati di danno non strutturale. Nella pagina open data,  Sezione 5, le tipologie di danno non strutturale su 6 classi, sia per tutte le schede, sia per quelle relative agli edifici inagibili.

13 febbraio 2014 – Lavori in corso
La pagina open data è in corso di ristrutturazione e non si presenta nella sua veste definitiva. Sarà continuamente aggiornata nel corso delle prossime 48 ore.

13 febbraio 2014 – Pubblicato nella pagina open data,  Sezione 2, l’andamento giornaliero dei sopralluoghi aggregati per COM. Dai dati, tra le altre cose, si osserva l’effetto sulle attività dato dalle repliche, che hanno determinato la ripetizione di numerosi sopralluoghi.

12 febbraio 2014 – Pubblicato nella pagina open data,  Sezione 2, l’andamento giornaliero dei sopralluoghi squadra per squadra per il COM Massa (Codice 3.035). Pubblicati inoltre i dati, aggregati per comune, sulla morfologia dei terreni di fondazione e sui relativi danni (sezione 7 sella scheda)

10 febbraio 2014 – Pubblicato nella pagina open data,  Sezione 2, l’andamento giornaliero dei sopralluoghi squadra per squadra per il COM Garfagnana (Codice 3.034).

10 febbraio 2014 – Pubblicato nella pagina open data,  Sezione 3, il dato della posizione degli edifici su 5 classi (1, 2, 3, 4 più “dato non disponibile”), riportato nella sezione 1 della Scheda AeDES. Il dato è aggregato per comune ed è disponibile per TUTTI i sopralluoghi (Codice 3.032) e solo per quelli con esito di inagibilità (3.033).

8 febbraio 2014 – Pubblicato nella pagina open data l’andamento giornaliero dei sopralluoghi AeDES aggregati per Comune. Lo strato informativo è utile che comprendere la dinamica temporale delle operazioni di emergenza sui due COM.

7 febbraio 2014 – Crowdsourcing sui dati aperti. Cristina Martelli, Emanuele Bellini e Flora Salvatori, del Laboratorio MoSIS (Modelli Sistemi Informativi Statistici) di Unifi, propongono modelli di smart data visualization sui nostri open data utilizzando solo strumenti open source.

7 febbraio 2014 – Dati del danno strutturale Nella sezione open data avviata la pubblicazione in formato aperto dei dati di danno strutturale, a partire dai casi di “danoo leggero” (dataset5.030), “danno medio-grave” (dataset 5.028) e “danno gravissimo” (dataset 5.029) aggregati per comune, con riferimento alla diversa estensione del dissesto sulla struttura. I dati sono riferiti ai sopralluoghi AeDES.

4 febbraio 2014 – Costi della struttura del Commissario open data. La gestione pesa complessivamente per 2,1 € ogni 100 € amministrati.

4 febbraio 2014 – Pubblicati i dati di spesa per la gestione della struttura commissariale in formato aperto. Nella sezione open data sul layer 7.024 i dati sono riportati al livello del singolo ordinativo di spesa mentre sul 7.025 sono aggregati per macrovoci.

2 febbraio 2014 – Avviata la pubblicazione in formato aperto dei dati economici della gestione commissariale. Nella sezione open data sono disponibili due tabelle con il relativo tracciato record. La prima riguarda gli accreditamenti ricevuti e la seconda, il quadro riepilogativo delle uscite verso i diversi enti beneficiari. A breve, ulteriori dati

1 febbraio 2014 – Cambiato il format della pagina Open data Con l’introduzione del sommario e la suddivisione in sezioni, si razionalizza la pagina e se ne rende più comodo l’uso e la ricerca

1 febbraio 2014– Pubblicata la mappa vettoriale degli edifici (unità strutturali) oggetto di sopralluogo AeDES – Dati provvisori.

Lo strato, pubblicato nella sezione open data  copre circa i due terzi degli edifici ed è progressivamente aggiornato e incrementato.

joyetech e sigara elektronik sigara modelleri

Ricognizione del fabbisogno per la riparazione dei danni sui beni pubblici, sui beni privati e sulle attività economiche

Published / by admin

La ricognizione è regolata dall’Ordinanza 129 del Capo Dipartimento della Protezione civile del 22 novembre 2013: “disposizioni per la ricognizione dei fabbisogni per il ripristino delle strutture e delle infrastrutture danneggiate, dei danni alle attività economiche e produttive, dai beni culturali e dal patrimonio edilizio per superare l’emergenza a seguito del terremoto che ha colpito le province di Lucca e Massa Carrara il 21 giugno 2013”. L’Ordinanza è pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 289 del 10 dicembre 2013, Supplemento Ordinario n. 83.

Per le Amministrazioni. Questi sono i link relativi ai registri delle schede A, delle schede B e delle schede C, da trasmettere al Commissario assieme alle copie PDF delle schede stesse. La compilazione va fatta seguendo le rispettive note di compilazione per il registro A, il registro B e il registro C.

Nella compilazione dei registri, occorre che i nomi delle località, per ciascun comune, siano verificati nella Tebella Centri e nuclei ISTAT 2011 il cui estratto si trova qui in formato di foglio elettronico.

Le scadenze per i Comuni e le Amministrazioni competenti sui beni pubblici sono:

– ogni venerdì, trasmissione dello stato di avanzamento del registro e delle schede

– 31 dicembre, fabbisogno su beni pubblici e attività economiche (schede A e C)

– 10 gennaio per la ricognizione sui beni privati (shcede B) I registri sono in formato di foglio di calcolo xlsx di Microsft Excel 2007 e seguenti. Nel caso di problemi di compatibilità con precedenti versioni di MS Office.

Non disponendo di specifiche licenze è possibile aprire i files con prodotti gratuiti open source come Open Office oppure Libre office

Per ulteriori dettagli consultare l’ordinanza commissariale 8.

?>